In evidenza Quello di spalle

Sara Cerri

sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri sara cerri

 

Coaching narrativo

Sul romanzo...

È quella notte di temporale di un anno prima che Vincenzo non riesce a dimenticare; quella notte in cui suo padre era nella vigna con Ingrid, la ragazza che ha vissuto per un periodo nella loro casa. Una notte di febbre.

Il ricordo lo perseguita, e da allora nutre per il padre un sentimento di vero disprezzo.

Vincenzo conosce Nora.

Ciao dice Nora, in un modo così morbido, come Vincenzo non ha mai sentito mai prima.

Siamo in autunno, a fine secolo scorso, a Firenze, in ‘pericolo d’amore’.

… È in pericolo d’amore, e siamo in autunno. Non c’è niente di peggio che innamorarsi in questa stagione. Rischia di rimanere invischiato per sempre, di perdersi del tutto, di incasinarsi la vita, di soffrire.

L’amore che ti invischia, che ti rende prigioniero, l’amore che confonde e ti allontana dagli amici.

Ma lo sguardo a diciassette anni può essere ingannevole: così chiaro, da lasciare trasparire un mondo limpido, o solo confuso.

Insieme a Vincenzo, un gruppo di amici; Dadde, Sommer, Gionata – il nuovo arrivato – e le ragazze.

Gionata è un ragazzo pieno di passioni: misterioso, silenzioso, che cammina con il naso all’insù per le colline cercando postazioni avventurose per ammirare la realtà.

È da lui che Vincenzo, detto Vince, imparerà a conquistare una visione più chiara del mondo. È grazie a lui che Vince abbandonerà la paura di crescere, la paura di amare.

 

Copyright © All Rights Reserved

contatore web gratis